Lunedi, 21 agosto 2017 - ORE:21:32

Top 5 – Destinazioni da provare nel 2015

destinazioni da provare

destinazioni da provare

Viaggiare fa bene. 5 destinazioni da provare

All’inizio dell’anno ci mettiamo seduti, tiriamo le somme e facciamo piani e progetti per l’anno che ha appena fatto capolino. Alla lista delle cose da fare, noi ci aggiungiamo una sana e gratificante risoluzione: nuovi viaggi per scoprire nuove culture. La proposta qui è un insieme di 5 destinazioni da provare che seguono diversi criteri: dalla convenienza economica al significato affettivo alle attività culturali.

Chi viaggia diventa cittadino consapevole delle diverse realtà che lo circondano, smette di vedere il mondo da una singola angolazione guadagnando amore per l’ambiente e la difesa delle diversità culturali e ambientali.

Malaga, Spagna

malaga

Iniziamo da questa perla dell’Andalusia, affacciata sull’ultimo lembo di mar Mediterraneo prima dello stretto di Gibilterra, intrappolata in una storia millenaria, contesa tra Europa e Africa, tra Cattolicesimo e Islam. Malaga è una scoperta; molti non si aspetterebbero mai che, a poco più di un’ora di volo dall’Italia si trovi uno scrigno così prezioso di storia, cucina e vita.

Città natale di Pablo Picasso, costituisce solo per questa ragione un must per tutti viaggiatori; la fondazione Picasso, la sua casa museo, sono un’attrazione da non perdere per chi vorrebbe andare in profondità nella vita dell’immortale pittore spagnolo, anche prima che diventasse parte della storia dell’arte e del nostro immaginario permanentemente. Ma non c’è solo questo: gli amanti del mare ameranno le spiagge spaziose e tranquille, mentre i gourmet- viaggiatori perderanno la testa per la grandiosa e allo stesso tempo semplice cucina del sud del paese più caldo d’Europa.spiagge di malaga

Da provare assolutamente la tipica Sangria, da bere nelle taperias del centro, o il gustoso espeto de sardinas, uno spiedino di sardine cotto alla brace venduto lungo le spiagge da simpatici chioschi con palme sul tetto.

Se tutti questi motivi non vi sembrano abbastanza, durante l’anno Malaga sarà protagonista di un importantissimo evento culturale, ossia il famoso Centre Pompidou di Parigi aprirà per la prima volta una filiale al di fuori della città, chiamata The Cube, che ospiterà mostre permanenti ed eventi culturali.

Dublino, Irlanda

dublino

Meta conosciuta, ma non troppo. La capitale dell’ Emerald Island è uno di quei posti che tutti, giovani o meno giovani troveranno fantastica e piena di iniziative culturali. Patria di gran parte della grande letteratura in lingua inglese, Dublino vi terrà occupati con deliziosi e piccoli musei sul mondo degli scrittori irlandesi, tipici pub in legno dove incontrare persone di tutto il mondo riunite attorno a gustose pinte di birra Guinness; ecco infatti uno dei simboli del paese, insieme alle verdi colline che circondano Dublino e sono facilmente raggiungibili, per escursioni immerse nella natura più libera e selvaggia.

E perché non fare un salto nella vicina Wicklow per visitare un’autentica prigione del XVIII° secolo, dove potersi immergere nella cruenta storia dei prigionieri attraverso una ricostruzione dettagliata ed interattiva. Dublino vi rapirà con la sua millenaria tradizione, i canti popolari irlandesi che risuonano per le strade, i centinaia di volumi della bellissima biblioteca del Trinity College, situato nel cuore della città e dove si potrà ammirare il famoso book of Kells.

I voli per l’Irlanda sono facilmente trovabili e a buon mercato, e trovare piccoli ostelli o B&B a buon prezzo è facile; la situazione economica complicata ha portato a un rinnovato bisogno di investire nel settore turistico, favorendo il flusso di visitatori con offerte di vario tipo.

Croazia, Dubrovnik e la costa

isola croazia

La Croazia è una meta abbastanza comune tra i giovani italiani negli ultimi anni. E anche se il turismo di massa talvolta ci spaventa e fa tirare indietro, non dobbiamo assolutamente commettere questo errore in questo caso; il paese conta alcune delle più belle coste del Mar Mediterraneo, un mare cristallino e una natura ancora poco controllata dalla mano dell’uomo.

Per i festaioli incalliti, l’isola di Pag continuerà ad esercitare un enorme fascino, soprattutto grazie alla famosa spiaggia di Zrce, che l’anno prossimo ospiterà anche un importate festival di musica, il Croatia Rocks, dove sono attese migliaia di persone.

pag

Anche se il paese è indubbiamente una delle mete must per i giovanissimi questo non vuol dire che la Croazia non abbia qualcosa da offrire ai viaggiatori di diverse età; come abbiamo detto, le spiagge sono spettacolo per gli occhi, i paesini tipici sono bloccati nel tempo e spesso piccoli centri rurali e la capitale, Dubrovnik, ha guadagnato a pieni voti il titolo di capitale moderna e turistica, conservando il suo misterioso centro medievale fatto di stradine intricate e concentriche, tetti rossi e finestre che si affacciano sul mare.

Un panorama così non è sfuggito nemmeno ai produttori della serie cult degli ultimi anni The Game of Thrones che l’hanno scelta come setting di una delle città dell’universo fantastico inventato da Martin, in particolare Approdo del Re. Tutti i fan accaniti hanno ora una nuova città da vedere. Per concludere, come se servisse un motivo in più per fare le valige, i viaggi per la Croazia dal nostro paese sono facili ed economici, traghetti partono continuamente dai porti di Ancona e Brindisi durante il periodo estivo.

Milano, Italia

milano

Tornando a casa nostra, non si può mancare di menzionare la capitale della moda e anche degli eventi, che quest’anno sarà al centro di grande attenzione da parte di tutti i media di tutto il mondo causa l’ EXPO 2015, che pare attirerà oltre ventimila visitatori durante tutto il periodo di apertura che dovrebbe essere di circa sei mesi.

Ma Milano nel 2015 non sarà solo questo: la straordinaria mostra su Van Gogh ( sottotitolata L’Uomo e la Terra ) continuerà fino all’ 8 Marzo e porterà al Palazzo Reale alcune delle più importanti opere del controverso artista olandese, in un connubio di mistero e scoperta.

Come se questa meravigliosa mostra non ci bastasse, Milano ospita una delle più grandi mostre sul grande genio che fu Leonardo da Vinci, tenuta anch’essa al palazzo reale ma in Luglio. Non possiamo fare a meno di contare i giorni fino a quel momento, visto che rappresenterà un enorme successo in quanto più grande rassegna su di lui mai tenuta in Italia.

Questi eventi spettacolari contornati dai soliti e intramontabili luoghi di interesse comune come la maestosa piazza del Duomo, con le sue guglie e le sue millenarie storie, la Pinacoteca di Brera e Sant’Ambrogio, che richiamano l’attenzione di studiosi e semplici curiosi da tutte le parti del mondo. E si sa, la cultura è il cibo dell’anima, ma anche lo stomaco vuole la sua parte, e Milano non deve invidiare alcun’altra città dello stivale in quanto a tradizioni culinarie. Insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta della data, Milano è facilmente raggiungibile con treni Freccia Rossa o aereo, consultando il sito di Alitalia si possono trovare convenienti soluzioni per week-end e settimane più lunghe.

Islanda

islanda

Concludiamo questa carrellata di stupefacenti luoghi del nostro pianeta con una solitaria isola che probabilmente fino a una decina di anni fa attirava meno del 20% del turismo giovane e che invece oggi si caratterizza come uno dei dream places delle vacanze dei turisti in cerca di avventura, panorami mozzafiato e calma perenne. L’Islanda è, nell’ideale di molti, un punto di confine dove la società moderna ha potuto poco contro la prepotente natura con i suoi geyser e i suoi ghiacciai chilometrici.

Raggiungerla non è facile, si sa; i voli diretti non sono molto economici ( anche se si possono trovare buone offerte se si sceglie di viaggiare in periodi di bassa stagione) e rari, ma con una buona capacità organizzativa si può trovare il modo di risparmiare.

Atterrando a Reykjavik si scoprirà di essere stati catapultati in una realtà da sogno fatta di case di legno, pesca e tradizione, senza mai dimenticare progresso tecnologico e rispetto dell’ambiente. La biosfera islandese è unica e rara, e i suoi cittadini ne sono consapevoli. Anche il fatto che, secondo il censimento del 2013, sia uno dei paesi europei meno popolati, ha naturalmente contribuito all’equilibrio uomo-ambiente che vi possiamo trovare.

Qui il vero museo è fatto d’aria e montagne, ghiaccio e fiumi, cascate nascoste e altopiani. La natura è l’indiscussa protagonista e il modo ideale di visitare l’isola è in macchina, fermandosi a dormire di volta in volta in piccoli rifugi o addirittura facendo campeggio, assaporando così un po’ di vita selvaggia, in perfetta armonia con l’ambiente che ci troveremmo intorno.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 8 minutes, 8 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.