Domenica, 22 ottobre 2017 - ORE:03:03

La notte è dei napoletani

locali notturni napoli

locali notturni napoli

Smartwatch free

Napoletani o no, la vita notturna del capoluogo campano è qualcosa che bisogna provare almeno una volta nella vita. Come i giovani di ogni dove, le sere dei weekend sono l’occasione ideale per vivere la città nel pieno della sua energia, scoprendone angoli nuovi o poco conosciuti.

Dove passare la serata a Napoli

Anche se, si sa, l’estate è la stagione migliore per godersi i locali vicino alla spiaggia, i piccoli bar lungo i vicoli del centro e le belle piazze storiche, i napoletani non si fanno di certo spaventare da un po’ di freddo e amano vivere la loro città sempre, a 360° gradi – un po’ come i nostri lontani discendenti spagnoli (d’altronde, non è evidente in ogni strada, in ogni termine dialettale, l’influenza che ebbero su di noi?) – creando così un’atmosfera leggera e che attrae sempre tanti turisti dal nord Europa.

Ma quali sono i locali più frequentati, i bar con la maggiore affluenza per la tipica colazione delle 5:30 in uscita dalla discoteca, i ristoranti e le pizzerie più amati? Importa sottolineare che, come in tutte le città italiane e non solo, Napoli si divide in zone, che a loro volta portano con sé un tipo solito frequentarle, creando un agglomerato eterogeneo di locali chic, etnici e alternatives. Dopotutto è una città particolare, per storia e conformazione geografica, e così sono i napoletani!

Il centro storico

Cominciamo dal cuore di Napoli (e dei napoletani), quello dove è nato tutto, l’ombelico del mondo in qualche modo. Il centro storico è forse ciò che di più tipico si possa immaginare su Napoli, stereotipi negativi compresi; i Quartieri Spagnoli, la zona universitaria, Monteuliveto, Piazza del Gesù, e chi più ne ha più ne metta. Di solito è meta preferita dagli studenti universitari, dagli studenti Erasmus che popolano Piazza Bellini (la più famosa probabilmente, grazie alla sua favorevole posizione tra varie sedi universitarie) dove è facile trovare piccoli ristoranti molto particolari. Per chi ama la tranquillità, ideale è un aperitivo o un caffè all’Intra Moenia (caffè letterario, piccolo e raccolto all’interno ma con possibilità di sedersi all’interno, con possibile gatto in cerca di coccole compreso).

In questa zona, la cucina etnica è tipica, insieme alle birrerie e ai wine bar dove bere con gli amici e ascoltare musica live, anche semplicemente improvvisata con chitarra e voglia di divertirsi. Tutto ruota attorno alle piazze e alle strade, sempre e comunque; non è solito dei napoletani passare troppo tempo in luoghi chiusi.

Nella zona di San Domenico Maggiore è la piazzetta ad essere il bar preferito dai ragazzi di tutte le età ed estrazioni sociali. Questo è il posto giusto se vi va di ammirare gli artisti di strada, bere un caffè da Scaturchio (una delle pasticcerie-caffetterie più famose e antiche) o sorseggiare una birra con il professore universitario e gli amici di corso. Potrebbe capitarvi di imbattervi in un evento in location alternative come quella dell’ex asilo Filangieri, dove ascoltare musica originale mentre si parla di arte, cultura o problemi sociali è un vero piacere.

Ci sono varie discoteche, che offrono serate diverse dal solito, come la Galleria19, dove si tengono le serate Erasmus, ma credo che vivere questa zona in pieno significhi passeggiarvi, stando all’aperto e, ma si, anche perdendosi tra i vicoli e mangiando una pizza “a portafoglio” seduti sui gradini di un palazzo. Napoli è soprattutto questo.

San Pasquale, la zona dei “baretti”

cocktail a napoli

Proseguendo verso via Chiaia, passando per la maestosa piazza dei Martiri, si arriva a quella che è conosciuta come la zona in di Napoli, frequentata solitamente dai giovani “bene” (appellativo non sempre veritiero) sui 30 anni, che non amano spostarsi da questa zona e che di solito vi restano per tutta la sera, a meno che non si spostino verso qualche discoteca. Tra le più gettonate ci sono di sicuro L’Arenile di Bagnoli e il Teatro Posillipo, nell’omonimo quartiere.

La zona dei baretti è detta tale naturalmente per la presenza di decine di piccoli bar allineati lungo le stradine, in cui bere un drink o una birra non è molto economico, ma in compenso si può trovare una varietà infinita di scelte. Il venerdì e il sabato sera sono i momenti di punta, in cui avventurarsi in zona è abbastanza complicato; essendo i baretti molto piccoli, è all’esterno che ci si incontra con gli amici e si passa la maggior parte della serata.

Una discoteca che si trova in zona, per cui non è necessario spostarsi, è lo Occhi Occhi Oh, frequentato soprattutto dai giovanissimi del posto, e che è famoso per le sue serate alla moda.

Unico vero problema di Napoli, della zona di San Pasquale ma di tutte le altre anche, è il parcheggio. Trovare un posto auto al centro è un’impresa vera e propria, ed è per questo che spesso i ragazzi, scoraggiati dagli interminabili giri in macchina, decidono di restare nei pressi di dove abitano. Il traffico è però comunque molto, specialmente il sabato sera nei pressi dei locali più frequentati, o delle discoteche più grandi; L’Arenile di Bagnoli, ad esempio, è famoso per le sue serate e i suoi concerti, ma anche per la difficoltà di districarsi nel traffico e raggiungerlo in tempo!

Insomma la vita a Napoli è complicata quanto bella. La notte è dei giovani,che se la contendono tra baretti eleganti e costosi e ristoranti vegetariani a km 0, tra stili di vita così diversi eppure accomunati da una sola cosa: la voglia di vivere questa città fino all’alba, vederla in tutte le sfumature di colore, a piedi o in macchina. Una lunga passeggiata o una breve pausa caffè dopo una serata in discoteca, Napoli ne ha per tutti.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 28 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.